Conformità GDPR: ti
garantiamo indirizzi email di
qualità nel rispetto delle regole

Agiamo in linea con tutte le normative vigenti riguardo
privacy e trattamento dei dati personali per offrirti liste
email verificate e sicure al 100%

Come ci muoviamo nella raccolta dati

Trattiamo con la massima precisione ogni dato presente nel nostro database email: controlliamo e verifichiamo di continuo che tutti gli indirizzi email siano attivi e aggiornati, nel rispetto di ogni normativa sulla privacy vigente in Italia e nell’Unione Europea e con particolare attenzione alla General Data Protection Regulation (GDPR).

1. non tracciamo dati personali che possono ricondurre a persone, ma
esclusivamente dati di persone giuridiche

2. manteniamo tutti i dati all’interno dell’Unione Europea utilizzando
esclusivamente Data Center localizzati in Italia e Francia

3. il trattamento dei dati aziendali non subisce limitazioni ai sensi del
GDPR, che ha lo scopo di proteggere i dati personali

Da dove provengono i dati presenti nel database email centrico di BTOMAIL?

BTOMAIL tratta esclusivamente dati pubblici di persone giuridiche, come aziende e professionisti: in base ai considerando del GDPR, queste informazioni possono essere utilizzate per finalità di marketing anche senza un consenso esplicito, a differenza invece dei dati riferiti a persone fisiche che necessitano del consenso esplicito.

In questo modo, assicuriamo ai nostri clienti database di indirizzi email realizzati nell’assoluto rispetto delle leggi sulla privacy e sul trattamento dei dati.

Il nostro database email comprende aziende o professionisti italiani che hanno liberamente indicato i loro recapiti (elettronici e non) in elenchi pubblici.

I loro dati provengono da fonti online, come ad esempio siti web o account social, e, nella realizzazione delle nostre liste email, vengono selezionati e scelti dagli algoritmi progettati dal nostro team informatico, algoritmi simili a quelli impiegati da Google e da altri motori di ricerca.

I dati trattati da BTOMAIL sono dati pubblici riferiti a persone giuridiche per i quali non è richiesto il preventivo consenso all’utilizzo che invece il GDPR prevede per il trattamento dei dati relativi alle persone fisiche anche se il GDPR stesso, indirettamente, stimola le relazioni commerciali mediante l’introduzione di nuovi concetti come il legittimo interesse.

La richiesta di consenso preventivo
non è necessaria

Le attività di contatto possono essere effettuate senza la necessità della richiesta di un consenso preventivo per quanto riguarda invii effettuati agli indirizzi email riferiti a funzioni di persone giuridiche (es. info@, commerciale@, marketing@, etc. di una società di capitali).

Legittimo interesse e liceità del trattamento dei dati per finalità di marketing diretto

Nel caso di azioni di contatto verso email nominative/personali aziendali, il GDPR prevede la possibilità che possa essere considerato legittimo interesse trattare dati personali per marketing diretto, purché il titolare del trattamento operi una scelta accurata ed adeguata della base giuridica del trattamento del dato. E’ possibile in tal senso l’utilizzo del dato purchè la mail di contatto sia strutturata in modo adeguato e la profilazione della lista di aziende/professionisti sia realmente in target con il prodotto/servizio proposto.

Includi l’informativa per il trattamento
dati personali

E’ quindi possibile inviare una comunicazione ad una lista di prospects, avendo però cura di includere l’informativa per il trattamento dei dati personali (artt. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 – GDPR) e dando sempre la possibilità all’utente di disiscriversi dalla lista in modo semplice.

Effettua comunicazioni
di carattere informativo

Consigliamo di inviare un messaggio di carattere informativo e di presentazione, non marcatamente promozionale (non inserire prezzi, sconti o slogan), in tal senso una prassi particolarmente efficace è quella del Permission Marketing.

Riferimenti normativi

REGOLAMENTO GENERALE SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016
Riferimenti ai Considerando 14 e 47. Aggiornato alle rettifiche pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea 127 del 23 maggio 2018

Considerando:

14

È opportuno che la protezione prevista dal presente regolamento si applichi alle persone fisiche, a prescindere dalla nazionalità o dal luogo di residenza, in relazione al trattamento dei loro dati personali. ‏‏‎ ‎Il presente regolamento non disciplina il trattamento dei dati personali relativi a persone giuridiche, in particolare imprese dotate di personalità giuridica, compresi il nome e la forma della persona giuridica e i suoi dati.‏‏‎ ‎

47

I legittimi interessi di un titolare del trattamento, compresi quelli di un titolare del trattamento a cui i dati personali possono essere comunicati, o di terzi possono costituire una base giuridica del trattamento, a condizione che non prevalgano gli interessi o i diritti e le libertà fondamentali dell’interessato, tenuto conto delle ragionevoli aspettative nutrite dall’interessato in base alla sua relazione con il titolare del trattamento. (…) ‏‏‎ ‎Può essere considerato legittimo interesse trattare dati personali per finalità di marketing diretto.‏‏‎

BTOMAIL: soluzioni personalizzate e garantite al 100% per le tue campagne di email marketing